La Shoah en héritage ou comment y penser sans cesse. La «place» de la photographie

img Amatulli

 

[ITA]

In un’epoca in cui i testimoni diretti dell’Olocausto stanno progressivamente scomparendo, la ricerca della forma più appropriata guida l’atto commemorativo della generazione post-memoriale. La varietà dei processi strutturali utilizzati si esprime all’interno delle forme letterarie della contemporaneità  tra le quali l’ibridazione dei codici semiotici svolge un ruolo privilegiato. È in questo specifico quadro estetico che si inscrive la mia riflessione sulle forme del lavoro memoriale, a partire da  quattro opere (Reliques di Henri Raczymow; C’est maintenant du passé di Marianne Rubinstein; Y penser sans cesse di Marie NDiaye e Sur la scène intérieure di Marcel Cohen) che contengono due diversi codici semiotici: scrittura e fotografia. L’obiettivo è riflettere sul dispositivo fototestuale, sull’articolazione tra testo e immagine, nonché sulla funzione dell’immagine fotografica nell’elaborazione della memoria e nella ricostruzione del vissuto. Mostrerò come il ruolo della fotografia in questi testi contribuisce alla ricerca sul «posto» del soggetto nel mondo.

 

Parole chiave: Fototesto,post-memoria,Raczymow, Rubinstein, Cohen

 

[EN]

As the direct witnesses gradually disappear, the search for the most appropriate form guides the guides the commemorative act of the next generation. The variety of structural processes used is expressed within the contemporary literary forms, among which the hybridity of semiotic codes occupies a privileged place. It is within this specific aesthetic framework that my reflection on the forms of memory work is inscribed, based on four works (Reliques by Henri Raczymow; C’est maintenant du passé by Marianne Rubinstein; Y penser sans cesse by Marie NDiaye and Sur la scène intérieure by Marcel Cohen) containing two different semiotic codes: text and photography. The aim is to reflect on the phototextual device and on the function of the photographic image in the elaboration of memory and the reconstruction of life experience. I will show how the place of photography in texts opens up a reflection on the place of the subject in the world.

 

Keywords: Phototext, Post-memory, Raczymow, Rubinstein, Cohen

 

Scaricare/téléchargerPDF

Cerca nel sito