«Ces braves palais dont le temps s’est fait maistre». I cardinali francesi a Roma nella prima metà del Cinquecento

 

Bardati 07 per immagine di cover1

 

Nel vasto quadro dei rapporti diplomatici e culturali tra Francia e Italia nel Rinascimento, il saggio si concentra sulla presenza dei cardinali francesi a Roma nella prima metà del Cinquecento, focalizzandosi in particolare sulle figure di Jean Du Bellay, François de Tournon, Robert de Lenoncourt e Georges d’Armagnac, rappresentanti di spicco della nuova generazione di porporati, frutto del Concordato del 1516 tra Francesco I e Leone X, la cui carriera ecclesiastica dipende dal favore reale e dai servizi resi alla corona. Questo gruppo di prelati fa della rete di conoscenze stabilite a Roma, sia nella sfera politica che in quella artistica e culturale, una delle carte da giocare nel complesso gioco degli equilibri di corte. Le scelte insediative, le relazioni sociali e gli interessi culturali ed artistici di questi cardinali, oltre a riflettere i nuovi rapporti politici e il diverso approccio alla missione diplomatica che la Francia adotta nel corso del regno di Francesco I, aiutano a ricostruire la cornice entro cui si muove Joachim Du Bellay a Roma.

 

Scaricare/télécharger PDF

Cerca nel sito